Cultura

La cultura rappresenta un vero e proprio motore di crescita e di sviluppo del nostro territorio. In questi anni molto è stato fatto ma riteniamo sia giunto il momento di dare una vera e propria identità alla poltica culturale del Comune. Noi abbiamo una storia importante, antica e recente, che va valorizzata e messa a disposizione dell’intera comunità. Partendo dal passato più lontano, proponiamo di valutare possibili ricerche sulle tracce archeologiche presenti nel sottosuolo del nostro territorio per poterle portare alla luce e garantire una lettura completa della storia della nostra comunità.

Più recente è la storia del “Tram Bianco” che per lunghi anni ha rappresentato un indispensabile strumento per la mobilità dei cittadini. Ora le tracce di quell’importante pezzo di storia sono pressoché svanite se non per alcuni archivi fotografici e per la memoria di qualcuno. Noi ci proponiamo di rivalutare la storia di quel mezzo di locomozione, moderno per il tempo ed oggi rimpianto. Il paese di Branco, dove era situata una delle stazioni, è quello dove pensiamo di realizzare un museo all’aperto del “Tram Bianco” lungo il percorso ciclopedonale che da Feletto corre in direzione di Tavagnacco.

Racconteremo anche la storia più recente, quella descritta attraverso l’occhio dei filmati “super 8” e sfociata qualche anno fa, grazie all’intuizione ed alla professionalità di un regista locale, nel “Cinema di Famiglia”. Una storia, quella dei nostri paesi, in cui tutti ci riconosciamo e fatta di feste, gite fuori porta, celebrazioni religiose. Il nostro obiettivo sarà quello di valorizzare un progetto unico, nato sul territorio ma con delle enormi potenzialità; per questo pensiamo ad un festival internazionale del “Cinema di Famiglia” dove raccontare storie di altri Paesi e portare la vita ed i racconti di Tavagnacco in giro per il mondo.

“Una piazza in ogni paese” è lo slogan pensato per sottolineare la necessità che in ogni frazione debba esserci un luogo, aperto o coperto, destinato alla socialità. Luoghi dove sviluppare le esperienze ormai diffuse delle “social street” o dove poter sviluppare mercati di prodotti tipici e di qualità che puntino su sostenibilità, agricoltura biologica e km 0, facilitandone l’accesso attraverso temporanee chiusure delle viabilità.

A Colugna ci proponiamo di acquisire un immobile del centro storico per offrirlo alla comunità come luogo di incontro, di feste e di piccoli eventi sperimentando anche forme di gestione condivise con i residenti della frazione stessa.

A Cavalicco l’Amministrazione Comunale sta valutando l’acquisto di un fabbricato e di un terreno posti al centro del nucleo urbano. Questa acquisizione permetterà la realizzazione di una vera e propria piazza, luogo di socialità e di incontro ma anche di nuovi servizi in grado di rispondere non solo alle esigenze locali ma dell’intero Comune. Nell’edificio oggetto di intervento di ristrutturazione proporremo di inserire spazi destinati ai bimbi più piccoli, come una ludoteca o luoghi di incontro e di confronto per i genitori ma soprattutto un cinema per famiglie in grado di aggregare bambini e genitori per tutto il periodo dell’anno.

Rafforzeremo ulteriormente il ruolo della biblioteca comunale dando forza a quella che chiameremo la “Piazza dei saperi”, costituita dalla biblioteca stessa, dalle scuole, dal teatro e dalla scuola materna di villa Tinin, oggi momentaneamente occupata dai bimbi dell’infanzia di Tavagnacco ed un domani luogo di formazione permanente ma anche di laboratori artistici e di creatività.

Una volta concluso, il teatro comunale dovrà diventare un luogo di musica di diversi generi e di prosa. Andrà sfruttato l’ampio foyer per realizzare eventi e manifestazioni di promozione per il territorio in tutto il periodo dell’anno. Pur restando anche a servizio dell’Istituto Comprensivo, pensiamo debba essere affidato ad un gestore esterno in grado di sfruttarlo al massimo del suo potenziale valorizzando così l’importante investimento sostenuto dall’Amministrazione Comunale.

Sosterremo tutte quelle attività legate al mondo della lettura e della conoscenza del territorio in grado di far incontrare le persone e favorire momenti di confronti e di dialogo.

Nel principio di partecipazione che contraddistinguerà la nostra gestione amministrativa, valuteremo la costituzione di alcune commissione extraconsiliari; tra queste una dedicata alle politiche culturali per raccogliere idee e spunti sulle attività e le proposte da offrire al territorio ed alla sua comunità.

Tutte queste attività andranno inserite in un calendario unico coinvolgendo anche altri Comuni in maniera tale da garantire un’offerta culturale complessiva sia ai residenti che ai tanti turisti che visitano o attraversano il territorio udinese.

Il nostro è un Comune dove sono numerose le ricchezze e le eccellenze nel campo della musica: Fondazione Bon, Scuola media musicale, studi di registrazione, professionisti. Sarà nostro obiettivo sostenere tali realtà e cercare di mettere in rete queste straordinarie risorse per permettere a tante persone, in particolar modo ragazzi, di avvicinarsi al mondo della musica anche attraverso la realizzazione di eventi condivisi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...