Un lungo salto all’indietro?

Passano le settimane ma continuano a sorprendere le “amnesie” del neo sindaco Lirutti che dimentica di aver già fatto parte, per diversi anni, dell’amministrazione comunale.
Ora tocca ad un’opera da lui approvata nel 2011 quando a capo della giunta c’era come sindaco Mario Pezzetta.
Naturalmente è possibile cambiare idea ma mi chiedo perché se oggi ne chiede la demolizione di una porta urbana, nel 2015 quando fu effettivamente realizzata, lui e l’assessore ai LLPP, non ne chiesero una modifica evitando così oggi di buttare al vento i soldi dei contribuenti. 
L’errore che si sta facendo è dimenticare che la viabilità è un sistema complesso e che quell’intervento faceva parte di un progetto più ampio riguardante la messa in sicurezza dei percorsi casa-scuola sull’asse via IV Novembre-via Colugna.
Con quell’idea, finanziata dalla Regione, fu fatta una scelta di campo netta, che guardava a modelli europei e che privilegiava la tutela delle utenze deboli ed in particolare dei ragazzi rispetto alle necessità di qualche automobilista impaziente. 
Oggi il problema non è la porta urbana ma il fatto che venga usata come capro espiatorio per tornare indietro rispetto a un modello europeo di sicurezza stradale, puntando invece ad un territorio in cui gli automobilisti la faranno da padroni.
Tra la sicurezza dei ragazzi e la rabbia di qualche automobilista il sindaco e l’assessore Morandini hanno privilegiato questi ultimi.
Mi auguro solo che la nuova amministrazione non voglia ispirarsi al modello udinese dell’“auto ovunque” (in parte già ridimensionato) perché noi difenderemo in tutti i modi la sicurezza delle utenze deboli ed in particolar modo dei ragazzi.
Su una cosa il neo sindaco ha ragione.
Tutte le opere di viabilità andrebbero prima sperimentate e rivendico con orgoglio il fatto che da assessore alla viabilità spinsi sempre per la sperimentazione come nei casi della rotonda di Colugna o le porte urbane di Branco e Tavagnacco. Un principio poi abbandonato ma le cui responsabilità il sindaco Lirutti le troverà facilmente altrove.

Vai a: “2019/2024”

Annunci

In arrivo il segretario personale del Sindaco

Quante volte si parla dei costi della politica?
Quante volte condanniamo chi affida incarichi ad altri per cose che potrebbe tranquillamente fare da sé?
In fondo succede al sud oppure nelle grandi città, mai in Friuli. E invece…
E invece scopriamo che nonostante la crisi legate alla mancanza di personale che sta attanagliando tutti i Comuni della Regione, il Comune di Tavagnacco ha fatto una scelta in controtendenza. 
Invece di avviare i concorsi per rimpolpare gli uffici comunali, proseguendo l’iter avviato con la precedente Amministrazione, il sindaco Lirutti, con l’avvallo della sua giunta, ha dato il via libera all’assunzione di un capo di gabinetto, di fatto un segretario personale del primo cittadino.
Una scelta irresponsabile ed incomprensibile pensata solo per sgravare il suo lavoro e quello degli assessori con nessun beneficio per il resto dei dipendenti e tantomeno per i cittadini.
Ma veramente per tenere l’agenda di sindaco e assessori e fare da tramite tra giunta e uffici (il Comune è dotato di un segretario comunale) era necessario assumere una persona quando con quei soldi si poteva dare risposta a quegli uffici
ormai depotenziati da pensionamenti e fughe in Regione? 
Dopo il 7° assessore, il portaborse… Quale la prossima sorpresa?

Vai a: “2019/2024”

Pronti per ricominciare

Ed eccoci pronti per cominciare. 
Saremo un’opposizione attenta, rigorosa e costruttiva (il primo assaggio lo abbiamo dato ieri sera). 
Verificheremo l’attuazione del programma dell’amministrazione ma punteremo a far accogliere e condividere anche le nostre proposte. 
Rispetteremo il ruolo di chi dovrà prendere le decisioni ma al tempo stesso non accetteremo che venga sminuito o deriso il ruolo dell’opposizione. 
Buon lavoro a noi.

Vai a: “2019/2024”

Se il buongiorno si vede dal mattino

Ci sono almeno 3 buone ragioni per affermare che le prime mosse del neo-sindaco siano un pessimo inizio:
1) E’ cresciuto il numero di assessori (da 6 a 7) di cui uno esterno (con maggiori costi), al solo fine di soddisfare i tanti “appetiti” delle diverse forze politiche;

2) E’ stato nominato un assessore esterno contraddicendo in maniera clamorosa ciò che veniva affermato in campagna elettorale e cioè che la sua squadra avesse tutte le competenze per gestire il Comune.
A questo punto delle due l’una: o le competenze non c’erano e ha dunque mentito ai cittadini oppure tale scelta è conseguenza di un accordo pre-elettorale che prevedeva di ripagare Progetto FVG con un assessorato a prescindere dal risultato elettorale, il che sarebbe altrettanto grave;

3) In pochissimi giorni e con un solo atto si è capito che non esiste più, o forse non è mai esistito, il sindaco “civico”. Purtroppo è già evidente il suo essere sotto tutela di quei partiti politici, in primo luogo Lega e Progetto FVG, premiati dell’elettorato con 2 consiglieri e da lui con 2 assessori i quali naturalmente, con buona pace di chi in questi mesi lo ha negato, condizioneranno le attività amministrative e più in generale il suo mandato.

Oggi per cominciare a soddisfare i diversi “appetiti” sono state aumentate le sedie a disposizione. Domani?

Vai a: “2019/2024”

Rotatoria di via Patrioti a Colugna

Ieri mattina si è svolto alla presenza della polizia locale, della SAF, di FVG Strade, dell’impresa e del progettista un sopralluogo per l’avvio del cantiere della rotatoria posta tra via Patrioti e via San Daniele a Colugna. 
Il progetto prevede anche la realizzazione di interventi per rallentare la velocità delle auto su via San Daniele.
Un progetto nato dal Piano del Traffico approvato quando ricoprivo il ruolo di assessore alla mobilità. 
La data dell’inizio lavori sarà concordata con il Comune di Udine tenendo conto delle 4 partite dei campionati europei under 21 di calcio che si disputeranno allo stadio Friuli nel mese di giugno. 

Vai a: “5 anni da sindaco/2019”

11° Pedalata sul Cormor

Ieri annuale appuntamento con la “Pedalata del Cormor” giunta all’11° edizione ed organizzata dalla Ciclo Assi Friuli con il patrocinio del Comune di Tavagnacco. Una bellissima giornata di sole attraverso percorsi ciclabili e bellissimi scorci di Tavagnacco e Udine.
Al termine il meritato pranzo alla Festa degli Asparagi.
Grazie a tutti gli organizzatori.

Vai a: “5 anni da sindaco/2019”


Ottimi risultati per la farmacia comunale

Oggi si è svolta l’assemblea della farmacia comunale per l’approvazione del bilancio. Anche quest’anno i risultati di esercizio sono stati straordinari e ciò lo si deve prima di tutto alla grande professionalità della direttrice dott.ssa Adriana Ligi e di tutte le sue collaboratrici. Un ringraziamento particolare anche al dott. Domenico Degano amministratore unico della società “Farmacia Comunale”. Nel dettaglio i ricavi sono cresciuti da € 1.122.206 del 2017 a € 1.134.956 dell’anno 2018. Gli utili pari a € 90.225 quest’anno non saranno versati nelle casse comunali ma contribuiranno alla realizzazione della 2° farmacia comunale in fase di costruzione in via Fermi a Feletto.

Vai a: “5 anni da sindaco/2019”

50° edizione della rassegna “Mazzilis”

Ieri pomeriggio presso la bellissima chiesetta di S. Leonardo a Cavalicco, apertura della 50° edizione della Rassegna d’arte “Ferruccio e Luigino Mazzilis”. 
Un vera e propria narrazione attraverso la storia e l’identità del paese con le opere di alcuni degli artisti che in questo mezzo secolo hanno raccontato il territorio.

Vai a: “5 anni da sindaco/2019”

Presentazione dei candidati

IMG_6715

La settimana scorsa abbiamo presentato alla cittadinanza i 60 candidati delle 3 liste a sostegno della mia candidatura a sindaco. Una bellissima serata con tanto entusiasmo e tanta partecipazione, segno che ciò che abbiamo realizzato e ciò che proponiamo nel nostro programma rispecchiano le aspettative e i bisogni dei cittadini.
Ripartiremo dal modello di buona amministrazione che ha garantito benessere e qualità della vita, impegnandoci nei prossimi 5 anni a farlo crescere ancora, ascoltando e guardando gli interesse della collettività.

Vai a: 5 anni da sindaco/2019

Al via il project financing per la piscina

56757261_1085607161640448_3143620648526413824_o

Oggi è una giornata importante perché dopo un percorso fatto di tanti intoppi e complicazioni, è stato finalmente pubblicato l’avviso per il “project financing” della piscina comunale. Un intervento di grande impatto che garantirà oltre alla gestione, la manutenzione dell’edificio e l’ampliamento finalizzato ad accrescere i servizi.
Siamo fieri di essere riusciti a portare a termine (anche se non nei tempi desiderati) un elemento importante del programma amministrativo.
Grazie di cuore a tutti i tecnici comunali che hanno chiuso un iter complesso ed articolato.

Vai a: 5 anni da sindaco/2019

Mario Brunello nella chiesa di San Francesco

IMG_6277

Serata entusiasmante quella organizzata dalla Fondazione Bon nell’ambito della stagione musicale. Appuntamento in “trasferta” presso la meravigliosa chiesa di San Francesco a Udine. Protagonisti del concerto il violoncellista Mario Brunello, il coro del Friuli Venezia Giulia ed il percussionista Gabriele Rampogna. Uno spettacolo di altissimo livello che ci fa rendere orgogliosi della Fondazione e di tutti coloro che si adoperano quotidianamente per diffondere la cultura ed in particolar modo la musica.

Vai a: 5 anni da sindaco/2019