I conti non tornano

Questa sera ci troveremo a discutere in consiglio comunale del Bilancio di previsione 2014 e devo dire la verità, non mi era mai capitato, nella veste di amministratore, di provare così tanto disagio e sconforto nell’affrontare quello che dovrebbe rappresentare il momento più importante per un’amministrazione comunale.

Siamo stati Ente sperimentatore del nuovo bilancio armonizzato e ciò ha creato notevoli difficoltà per le novità che esso rappresenta; ma dal prossimo anno crediamo che questo sistema possa garantire una più facile lettura e controllo della programmazione economica del Comune.

Ciò che invece ci lascia disorientati è che i mutati rapporti tra stato centrale ed enti locali hanno ormai del tutto eliminato la nostra parziale autonomia finanziaria, trasformandoci in enti esattori (per conto terzi) ed erogatori di quel minimo di servizi finalizzati a garantire ordinarietà alla gestione del territorio e della sua comunità.

Siamo stati considerati per molti anni un Comune “ricco” e ciò era la conseguenza di scelte lungimiranti portate avanti dagli amministratori che ci hanno preceduto. Lo si doveva a 2 fattori: importanti introiti legati alla forte presenza del settore edilizio e grandi benefici derivanti dalla presenza di tantissime imprese all’interno del nostro territorio. Se gli oneri di urbanizzazione rappresentavano un’eccezionalità ed oggi sono di fatto azzerati a causa della crisi economica e della scelta delle ultime amministrazioni comunali di ridurre l’edificabilità del territorio, il fatto che i tributi legati alle attività economiche non alimentino più le casse comunali rappresenta un danno enorme per il nostro territorio.

Oggi oltre 2 milioni di euro versati dalle aziende del Comune finiscono nelle casse statali togliendoci importante ossigeno per garantire quelle politiche di attrattività e competitività in grado di accompagnare il sistema economico locale. Quali politiche e quali servizi possiamo offrire al territorio se non ci viene più garantita autonomia finanziaria?

Noi abbiamo sempre dimostrato un grande senso di responsabilità e comprendiamo che ciascuno debba concorrere a tentare di risanare un deficit pubblico di cui però gli enti locali non sono, se non per un’infinitesima parte, responsabili. Ma il rischio che stiamo seriamente correndo è che il continuo prosciugamento di risorse dai territori finisca per distruggerli, cancellando le potenzialità di questi di creare sviluppo e crescita.

Quest’anno un’ulteriore novità: verseremo allo Stato altri 800 mila euro di extragettito IMU (che dovremo necessariamente chiedere ai nostri contribuenti) per il solo fatto di aver richiesto negli anni precedenti meno oneri sulla prima casa. Una vicenda paradossale che alla fine ci costringerà a rinunciare ad un totale di 3 milioni di euro richiesti alla nostra comunità (cittadini ed imprese).

Saranno mesi ed anni molto difficili in cui certamente metteremo tutto il nostro impegno al fine di riuscire a garantire quei servizi che hanno reso il nostro Comune un’eccellenza. Useremo idee e creatività al posto delle risorse economiche per creare politiche e sinergie tra istituzioni, enti ed imprese. Faremo il possibile affinché la nostra realtà continui il suo processo di conversione del sistema economico verso attività meno impattanti dal punto di vista ambientale e più in grado di competere su mercati internazionali.

Cercheremo di efficientare ulteriormente i servizi alle persone ed alle imprese perché nonostante la continua diminuzione di risorse non potremo permetterci di lasciare indietro nessuno.

Siamo però assolutamente consapevoli che oggi i territori rappresentino una grande risorsa e da essi possano nascere politiche innovative per rilanciare l’economia e la qualità sociale del nostro Paese.

Vai a: “E’ successo (testi e foto) 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...